La cisterna romana di Contrada Palma a Caronia

cisterna romana in Contrada Palma a Caronia
cisterna romana in Contrada Palma a Caronia

In Contrada Palma, all’imbocco della SP168 Caronia - Capizzi sulla SS113, ritorna alla luce un’antica cisterna, in realtà nota da tempo ma che non ha mai ricevuto adeguata attenzione.
Si tratta di una struttura di forma rettangolare a tre arcate, in parte interrata, che aveva la funzione di raccogliere le acque di una sorgente a monte già dall’inizio dell’età imperiale (I-II secolo d.C.), e oggetto di interventi in epoche successive.
aracate della cisterna romana in Contrada Palma a Caronia
aracate della cisterna romana in Contrada Palma a Caronia
La cisterna appare circondata da altre strutture, ambienti di servizio alla cisterna oppure case di epoca medievale, in un'area interrata che si auspica sia oggetto al più presto di accurate indagini archeologiche.

L'esistenza della cisterna dimostra, ancora una volta, l'importanza archeologica di tutta l'area sito dell'antica Calacte e il significativo sviluppo raggiunto in epoca antica, sia demografico che strategico per le vie di comunicazione dell'isola.
Archeologici e studiosi che recentemente hanno riproposto l'esistenza della cisterna all'attenzione del mondo archeologico l'hanno, senza dubbio, classificata come il principale monumento antico al momento esistente a Caronia per il suo ottimo stato di conservazione, la possibilità di fruizione e le peculiarità che la contraddistinguono.

Sulle tracce del Cippo di Quinto Cecilio - REPORTAGE FOTOGRAFICO IN ESCLUSIVA!

Il cippo di Quinto Cecilio di Calacte
Il cippo di Quinto Cecilio di Calacte

Abbiamo sempre sentito parlare del Cippo di Quinto Cecilio, ritrovamento archeologico della seconda metà del 1800 nei pressi della Chiesetta di Maria Santissima Annunziata di Marina di Caronia, ceppo marmoreo funebre che attesterebbe le origini calactine di un illustre cittadino romano, Quinto Cecilio di Calacte appunto.
Di tale cippo sappiamo che l'illustre studioso Pietro Fiore è riuscito a darne egregia e pressochè scientifica collocazione storica, interpretazione e ricostruzione delle dinamiche e del luogo del ritrovamento, degne di pubblicazione su riviste scientifiche di settore già dal 1970.
Unica testimonianza visiva, per decenni, era data da un paio di foto scolorite riprodotte in vari siti internet che riferiscono del cippo in questione.
Ebbene, ci siamo armati di spirito d'iniziativa e spinti dalla passione per la storia di Caronia, abbiamo scovato e finalmente fotografato il Cippo di Quinto Cecilio calactino nell'odierna collocazione presso il prestigioso Museo Archeologico Antonio Salinas di Palermo.
Vederlo di presenza è stato molto emozionante, orgogliosi di avere davanti agli occhi un pezzo della storia e degli antichi fasti della propria terra.

In altro articolo approfondiremo un aspetto molto interessante quanto disdicevole di cui siamo venuti a conoscenza nell'occasione, per il quale metteremo ancora una volta alla prova la nostra Amministrazione Comunale.

Ma, nel frattempo, godiamoci le nuove foto dopo oltre quarant'anni dalle ultime immagini fino ad ora disponibili, nella speranza che al più presto si risvegli l'attenzione delle istituzioni locali verso il pieno recupero e la definitiva agibilità dell'area archeologica di Kalè Actè.

REPORTAGE FOTOGRAFICO IN ESCLUSIVA!
La sede del Museo Archeologico Regionale A. Salinas
La sede del Museo Archeologico Regionale A. Salinas
Entrata del Museo Archeologico Regionale A. Salinas
Entrata del Museo Archeologico Regionale A. Salinas
Il chiostro del Museo Archeologico A. Salinas
Il chiostro del Museo Archeologico A. Salinas
biglietto del Museo Archeologico Salinas - soprendentemente GRATUITO!
biglietto del Museo Archeologico Salinas - soprendentemente GRATUITO!
Il Cippo di Quinto Cecilio
Il Cippo di Quinto Cecilio
Il Cippo di Quinto Cecilio
Il Cippo di Quinto Cecilio
Il Cippo di Quinto Cecilio visto dall'alto
Il Cippo di Quinto Cecilio visto dall'alto
collocazione del cippo all'interno del Museo Salinas
collocazione del cippo all'interno del Museo Salinas
Il Cippo di Quinto Cecilio
Il Cippo di Quinto Cecilio
particolare della tabella esplicativa relativa al Cippo di Quinto Cecilio
particolare della tabella esplicativa relativa al Cippo di Quinto Cecilio
Tabella esplicativa relativa al Cippo di Quinto Cecilio
Tabella esplicativa relativa al Cippo di Quinto Cecilio

Estate 2017 a Marina di Caronia: ennesima occasione perduta!

Non possiamo non rilevare come tante siano state, anche quest'anno, le proteste sui social network, ed in particolare sulla pagina Marina di Caronia, luogo dell'anima e sul relativo gruppo per le condizioni sporche e trasandate delle spiagge e delle strade di Marina di Caronia.
Una generica assenza di decoro, di pulizia, di manutenzione che certamente non fanno bene nel ricordo dei luoghi da parte di turisti e ospiti, di per sè belli e impareggiabili.
Pressochè totale assenza di iniziative socio-culturali e ricreative, tema oramai lasciato esclusivamente all'iniziativa di Parrocchia e attività commerciali private.
E non andiamo oltre, per il momento...
 
C'è chi ha lamentato la presenza di "recipienti d'acqua per quelle che erano le docce abbandonati! Scalette per scendere in spiaggia inaccessibili e pericolanti! Il muro ancora grezzo da una quindicina di anni! Le spiagge che c'è le dobbiamo pulire da noi! La schiuma di alcuni scarichi che spesso galleggia sulla costa (specialmente se la corrente viene da est)".

Chi, invece, ha sognato di passeggiare sul lungomare con il Sindaco:
"Vorrei passeggiare, sul lungomare (lato Messina) con il Signor Sindaco ed ammirare la grande bellezza di questa nostra terra... mare cristallino, isole Eolie all'orizzonte, panorama mozzafiato, l'odore del mare e la brezza tra i capelli, arte, storia, cultura e sapori eccellenti.
Vorrei catturare la sua attenzione su quella che potrebbe e dovrebbe essere una spiaggia meravigliosa ed accessibile a TUTTI ed invece regna solo incuria e sporcizia, arredata da scale fatiscenti, inagibili, pericolose e pericolanti e da docce ormai in disuso da anni.
Vorrei chiedergli se è questo che meritano i "figli" di questa terra martoriata ed i turisti che la scelgono.
Vorrei chiedergli perché, perché tutto questo?
Anche quest'anno affrontiamo l'estate con l'amaro in bocca ed anche quest'anno la speranza in "qualcosa di meglio" si è vanificata.
Grazie signor Sindaco per aver passeggiato con me nel mio sogno"

Proviamo un grave disagio per l'indifferenza della maggioranza degli abitanti e dell'Amministrazione Comunale verso le pessime condizioni in cui versa Marina di Caronia, che appare oramai destinata ad un irrimediabile declino.
Questo modo di tutelare, ma anche vivere e progettare il proprio territorio non può più andare!
Questo modo di amministrare o meglio, di non amministrare, non può più andare!
Qualcuno ci smentisca...

cestini gettarifiuti ricolmi di spazzatura trabordante per terra

docce comunali tra le sterpaglie e il sudiciume

tratto di spiaggia di Marina di Caronia piena di rifiuti e detriti
 

Una gardenia per la ricerca. I "Giovani per Caronia" per il sociale

Una gardenia per la ricerca. i "Giovani per Caronia" per il sociale
Anche a Caronia una gardenia per la ricerca

Il Movimento "Giovani per Caronia" farà la sua parte, in occasione della Festa della donna, per sostenere la ricerca contro la sclerosi multipla.
Raccogliendo l'invito dell'AISM (Associazione Italiana Sclerosi Multipla) i volontari del Movimento saranno, infatti, presenti domani (domenica 5 Marzo 2017) davanti la chiesa San Biagio di Caronia e davanti la chiesa Odigidria di Marina di Caronia, per proporre alla cittadinanza l'acquisto solidale di una gardenia, il cui ricavato in aiuto della ricerca contro questa terribile malattia degenerativa.
Si ringrazia l'Associazione Sorriso e la disponibilità della parrocchia locale. 
#caroniasolidale
® Caronia, Nebrodi

Bed and breakfast vicino Marina di Caronia

Bed and breakfast vicino Marina di Caronia
Bed and breakfast vicino Caronia
Sul territorio di Marina di Caronia, purtroppo, non vi sono ancora bed and breakfast!
Numerosi sono, però, le opportunità per un ottimo b&b entro pochi chilometri dalle lussureggianti, silenziose e suggestive spiagge di Marina di Caronia...

Via Francesco Riso, 1 
Santo Stefano di Camastra - zona: centro
tel. 320.6564503 tel. 329.8799718 

Via Stoviglieri, 60
Santo Stefano di Camastra - zona: centro
tel. 0921.602459 cell. 328.6794527
cell. 328.8775045 cell. 389.9650770

Via Cirino Scaglione, 7 
Acquedolci - zona: centro
cell. 328.8312835

Caronia, porta sul mare dei Nebrodi, senza porto e con un aeroporto

Caronia, porta sul mare dei Nebrodi, senza porto e con un aeroporto
Aeroporto a Marina di Caronia: risorsa o distruzione?
Un borgo marinaro, Marina di Caronia e tutto il territorio di Caronia confinante con il Mar Tirreno, da sempre chiede la costruzione di un porticciolo ad uso degli oramai pochi pescatori rimasti e per finalità di sviluppo turistico.
Ebbene: il porto prende le ali e rischia di diventare aeroporto.
E' l'incredibile attualità di un paese votato all'ambiente, marino e boschivo, apprezzato per essere rimasto un territorio pressochè incontaminato e che in ciò mantiene un proprio irresistibile fascino, probabilmente a discapito di sviluppo economico e sociale.
Da registrare che per decenni gli amministratori succedutisi nel tempo non sono mai stati in grado di coglierne le peculiarità, avviando validi progetti di turismo e di sviluppo eco-sostenibile e di valorizzazione che rispettasse quanto la natura e la storia hanno regalato a quella che da molti viene definita la naturale porta sul mare dei Monti Nebrodi.

Ciò che oggi ci chiediamo è se gli abitanti hanno consapevolezza di ciò che potrebbe diventare Caronia, nel bene e nel male. 
Sono disposti a rinunciare all'aria pulita, probabilmente a qualche chilometro di costa, al silenzio, alla propria "anima" di località semplice e genuina, e per questo unica ed esclusiva?

Si, perchè il trasporto aereo provoca inquinamento atmosferico, acustico ed elettromagnetico, lo si dica chiaramente, e questo sarebbe il compromesso da dovere accettare per chi vuole questo tipo di sviluppo piuttosto che un altro più rispondente all'originario modo di essere e all'anima di Caronia.
Occasione di sviluppo o distruzione irreversibile del territorio? Decidetevi!

I vincitori 2016 del Marina di Caronia CuticchiTotem

Ed ecco i tre vincitori dell'appassionante gara dell'estate 2016.
Vince la categoria generale e il Marina di Caronia CuticchiTotem Challenge 2016, con la seguente motivazione:
《per aver interpretato appieno lo spirito della gara ed il suo intento promozionale e conoscitivo del territorio. Incredibile la soluzione adottata, quella di un totem trasportato in montagna su di un belvedere utilizzato come banale pretesto per immortalare il litorale di Marina di Caronia e la limpidezza del suo mare e del suo orizzonte》.
Per la categoria generale il premio va al Totem nr. 30 - Marco
 Per la categoria generale il premio va al Totem nr. 30 - Marco
La foto che vince il Marina di Caronia Cuticchi Totem 2016

Per la categoria "Lovely Beach", con la seguente motivazione:
《Per aver dimostrato quanto possa essere piacevole, divertente e colorata una spiaggia di sassi. Estremamente simpatica l'intuizione creativa mostrata, lodevole il gioco di squadra e l'impegno profuso》.
categoria "Lovely Beach" - vincitore totem nr. 17 - Rosa Alba, Dino e Alessandro
La foto che vince la categoria "Lovely Beach"
Il premio "Lido Beach Little Paradise" va al totem nr. 17 - Rosa Alba, Dino e Alessandro.

Per la categoria "Carpe Diem", con la seguente motivazione:
《Per la capacità di cogliere un momento magico, tipico e celebrato del panorama marino caronese: il tramonto sulla spiaggia. Una candela da cui promana luce primordiale fissa un attimo dell'eternità e sprigiona calda energia cosmica che sembra dar vita ai sassi》.
Il premio "Bar Lungomare" va al totem nr. 9 - Adele.
categoria "Carpe Diem" - vincitrice totem nr.9 - Adele
La foto che vince la categoria."Carpe Diem"

Grazie a tutti e arrivederci alla prossima edizione!

Rilevante scoperta archeologica nelle acque di Marina di Caronia

La Guardia Costiera riporta alla luce anfore romane nel mare di Marina di Caronia
anfora romana (I sec. a. C. - I sec. d.C.) rinvenuta nei fondali di Marina di Caronia

Marina di Caronia, 12 agosto 2016 - La nostra piccola località non finisce mai di stupirci!
Estremamente rilevante risulta essere la scoperta archeologica di qualche giorno fà nelle acque del mare antistante il lungomare Cristoforo Colombo, a Marina di Caronia.
Gli uomini della Guardia Costiera di Messina, terzo nucleo operatori subacquei ed una pattuglia dell’ufficio circondariale marittimo di Sant’Agata Militello hanno recuperato sui fondali, importanti reperti tra cui spicca un’anfora di epoca romana in buono stato di conservazione.
L’anfora si trovava a poca distanza dalla costa ed era stata notata nei giorni scorsi da alcuni appassionati di pesca subacquea che hanno segnalato il rinvenimento alla Guardia Costiera.
Secondo gli esperti si tratta di un’anfora in terracotta utilizzata per la conservazione ed il trasporto del vino databile tra il primo secolo avanti Cristo ed il primo secolo dopo Cristo.
Molto probabilmente i reperti facevano parte di un carico di una imbarcazione dell’epoca, adibita al trasporto di merci, ed affondata in quel tratto di mare.
Tutti i reperti verranno presi in consegna dalla Soprintendenza del Mare dell'Assessorato Regionale dei Beni Culturali  e dell'Identità Siciliana di Palermo per gli approfondimenti scientifici. 
Ovviamente i reperti sono collegabili alla storia della nostra Calacte, città  fondata da Ducezio, re dei Siculi, nel 447 a.C. 

La Guardia Costiera riporta alla luce reperti archeologici nel mare di Marina di Caronia

(foto e notizia tratte da AMnotizie.it)

Marina di Caronia CuticchiTotem Challenge - SFIDANTI 2016

"Marina di Caronia CuticchiTotem Challenge 2016", tutti i totem partecipanti dell'edizione 2016

Totem n°1 - Matteo da "La Piana"
Totem n°1 - Matteo da "La Piana"

Totem n°2 - Antonio dal lungomare di Marina di Caronia
Totem n°2 - Antonio dal lungomare di Marina di Caronia

Totem n°3 - Donatella da Punta Lena
Totem n°3 - Donatella da Punta Lena

Totem n°4 - Dario detto Cino da "La Piana"
Totem n°4 - Dario detto Cino da "La Piana"

Totem n°5 - Basilio dal lungomare di Marina di Caronia
Totem n°5 - Basilio dal lungomare di Marina di Caronia

Totem n° 6 - Claudio da "Le Chiappe"
Totem n° 6 - Claudio da "Le Chiappe"


Totem n° 7 - Lorena dalla "Pietra Grossa"
Totem n° 7 - Lorena dalla "Pietra Grossa"


Totem N° 8 - Marco dalla "Pietra Grossa"
Totem N° 8 - Marco dalla "Pietra Grossa"


Totem n° 9 - Adele da "La Piana"
Totem n° 9 - Adele da "La Piana"


Totem n° 10 - Nino da "La Piana"
Totem n° 10 - Nino da "La Piana"


Totem n° 11 - Saro dal Lungomare di Marina
Totem n° 11 - Saro dal Lungomare di Marina


Totem n° 12 - Debora da "La Piana"
Totem n° 12 - Debora da "La Piana"


Totem n° 13 - Sara da "La Piana"
Totem n° 13 - Sara da "La Piana"


Totem n° 14 - Katia da "La Piana"
Totem n° 14 - Katia da "La Piana"


Totem n° 15 - Rosalinda dal lungomare di Marina
Totem n° 15 - Rosalinda dal lungomare di Marina

Totem n° 16 - Giuseppe dal lungomare di Marina
Totem n° 16 - Giuseppe dal lungomare di Marina


Totem n° 17 - Rosa Alba, Dino e Alessandro dalla Piana
Totem n° 17 - Rosa Alba, Dino e Alessandro dalla Piana


18° totem - Gioacchino dal lungomare di Marina
18° totem - Gioacchino dal lungomare di Marina


Totem n° 19 -Vincenza dal lungomare di Marina
Totem n° 19 -Vincenza dal lungomare di Marina


Totem n° 20 -Tiziana da "Le Chiappe"
Totem n° 20 -Tiziana da "Le Chiappe"


Totem n° 21 -Basilio da Punta Lena
Totem n° 21 -Basilio da Punta Lena

Totem n° 22 - Aurora Marina dal lungomare di Marina
Totem n° 22 - Aurora Marina dal lungomare di Marina





































Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *